Un animale mitico come simbolo per rilanciare un territorio dal punto di vista turistico ed enogastronomico



Appena superata la frazione Meano di Perosa Argentina, che si incontra salendo verso monte, si notano sulla sinistra orografica tre evidenti torrioni alti un centinaio di metri.

Su questi torrioni, caratterizzati da belle placconate di gneiss, sono stati aperti a partire dagli anni ’80 del ‘900 diversi itinerari che offrono divertenti arrampicate, in prevalenza di media difficoltà.

Nel 2010 è stato attrezzato anche il torrione che si trova a monte dei Tre Denti. Lo si può concatenare con il Dente Orientale e Occidentale, ottenendo così una via di 14 tiri con difficoltà medie di 5° grado. 1) Via lunga    2) Millenium bug    3) via degli amici    4) via Michelin - De Poli    5) variante diretta    6) via Michelin – Battù    7) via del diedro    8) via delle placche    9) via dello spigolo    10) via della fessura    11) settore monotiri    12) settore monotiri    13) via delle placche rosse    14) spigolo di sinistra   

Il Dente Orientale presenta, verso est, una parte verticale di circa 60 metri, sulla quale sono stati aperti a metà anni ’80 quattro itinerari, attrezzati dal 2007. 1) - Pour Aline 2) - la luna piena 3) - Zig zag 4) – Burundi

Testo e immagini tratte da Michelin F., “Arrampicare nelle terre del Dahu - Roure e dintorni”, per gentile concessione di LAR Editore

Ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.